L’allenamento mentale svolto a casa

In questi giorni di lockdown, in tanti mi ha contattato per sapere come è possibile svolgere l’allenamento mentale in mancanza dell’allenamento reale.

E’ difficile spiegarlo in due parole ma voglio comunque fornire un esempio pratico di allenamento che può essere svolto per atleti delle più diverse discipline sportive. L’esempio che propongo riguarda il tennis ma con gli opportuni adattamenti può essere svolto da qualsiasi atleta.

Richiede la competenza di sapere effettuare una respirazione addominale corretta e di sapere cosa voglia dire visualizzare un’azione di gioco.

Questo tipo di allenamento è della durata di circa 25 minuti e dovrebbe essere ripetuto quotidianamente. Ricordate che un esempio e che nel corso delle settimane andrà implementato con altre esercitazioni.

Preparazione mentale

 Programma di base per migliorare la concentrazione 

Billie Jean King: 

“I campioni continuano a giocare sino a quando non raggiungono quello che vogliono” 

Esercizi da svolgere uno dopo l’altro in sequenza.

  • 5 respiri profondi solo addome, 5 solo torace e 10 respiri profondi completi (5 minuti circa).
  • Pausa 1 minuto
  • Respiro normale: 2 minuti di concentrazione sul respiro x 5 volte, quando la mente si sposta su altri pensieri bisogna riportarla gentilmente sul respiro (10 minuti).
  • Pausa 1 minuto
  • Giocare 1 game vincente: 1° punto /15 – pausa 20 secondi – 2° punto /30 – pausa 20 secondi – 3° punto/40 – pausa 20 secondi – 4°- punto/game – pausa 20 secondi (circa 2 minuti). (Comincia da questa sequenza vincente, in seguito puoi immaginarti un punteggio più equilibrato o immaginarti game che hai realmente giocato in partita). Sappi che i giocatori professionisti sono in grado di visualizzare il loro gioco per molti minuti consecutivi senza distrarsi.

Questo tipo di allenamento è utile per:

  • concentrarsi sul presente, escludendo quanto è appena avvenuto
  • sapere se si è in controllo della situazione agonistica
  • ristabilire il controllo sui propri pensieri ed emozioni
  • energizzarsi quando ci si senta svuotati o poco convinti
  • automatizzare il proprio ritmo di gioco
Per saperne di più continuate a scrivermi.

 

0 Risposte a “L’allenamento mentale svolto a casa”


  • Nessun commento

Contribuisci con la tua opinione