Archivio per la categoria 'Calcio'

Pagina 2 di 57

Violenza negli stadi

Violenza negli stadi #calcio, @VinceManco #Uisp su @RadioArticolo1 :

“il governo istituisca un forum permanente con le societá di calcio su territorio e tifo”

Tutto viene dalla mente

Tutte le cose originano dalla mente. Azioni ed eventi dipendono in larga parte dalla motivazione. Apprezzare l’umanità, la compassione e l’amore sono i punti chiave. Se sviluppiamo buoni sentimenti, indipendentemente dal fatto che il nostro campo sia la scienza, l’agricoltura o la politica, poiché la motivazione è così importante, tutto migliorerà.

Dalai Lama

 

Immagina e tira

Conoscere il tipo di tiro che vuoi fare e impegnarsi a realizzarlo è importante tanto quanto la qualità del tiro che sei capace di realizzare.

Se non hai il volo della palla e il punto di arrivo nella tua mente, stai semplicemente tirando e sperando.

Risultati immagini per Visualise your shots like Nicklaus

Mental coach e baseball

Nel baseball USA, i mental coach che una volta erano visti utili solo per “i deboli di mente”.

Ora sono considerati essenziali.

Lo stile di leadership di Ferguson

Rene Meulensteen  was a key member of Sir Alex Ferguson’s first-team staff at Manchester United for six years. Here he talks about Ferguson’s leadership style

Vision

The ultimate aim was to win, but Sir Alex wanted to win in a certain style. I can remember him bringing me into his office when he’d made me first-team coach. He had a flipchart and said, ‘listen, Ren – I don’t need to talk to you about how to run your sessions, you know all that. But I’d like to reiterate what I want to see. Possession is important, but always possession with a purpose. When we attack I want to see pace, power, penetration and unpredictability. These are the four things you must instil in the team in every single training session.’

And he was always a big advocate of youth. That meant investing in youth facilities and policies, but also giving opportunities. If ever he had chance to bring a homegrown player into the first team, he would do it.

Delegating

The manager achieved the highest level of management – he delegated. He was overseeing it all, he always stayed in control, but he gave us the freedom to do our jobs as well as we could.

Creating the right environment

There was something else, which I only really realised afterwards: not once did I ever feel any level of pressure, not in the six years I worked for him. I never felt ‘I’m under the cosh here’ or ‘the manager’s not happy with this’. That takes top-drawer management, to make everyone feel that comfortable. We had some tough moments but never got carried away. We were able to very quickly see it in perspective and move on.

Always adapting

Things change … He had this ability to adapt and evolve, which is rare, maybe unique, when you think how long he had been there and how much success he had had.

Being decisive

If a difficult decision had to be made, he would make it … He was never afraid to make the big calls.

Belief

He always said, ‘our approach is 75/25 -75% about us, 25% about the opposition. Because we are Man United.’ It was about always reinforcing how good we were, how strong we were.

Humour

The key to working with such high-profile players is to inform and facilitate. In training, you’re not telling them every step they should make, you’re showing them the options. You back it up with video footage – ‘this is what I talked to you about, this is what I meant’. And you let them evolve it.

If one thing stands out from my time at Man United it was the amount of laughs we had. We laughed every single day. Sir Alex had an unbelievable sense of humour.

Dedizione e successo

Immagine correlata

#Leader

Immagine correlata

#Atleti top #Natale > probabilità di ammalarsi

English Institute of Sport (EIS)  ha distribuito agli atleti del Work Class Programme un pacco contenente informazioni sulla salute e e prodotti per la prevenzione per aiutarli a combattere i germi invernali e a rimanere sani durante il periodo delle feste.

Secondo un’indagine condotta da EIS gli atleti di elite hanno quattro di più la possibilità di ammalarsi durante il periodo delle feste. Ciò sarebbe dovuto al break  dagli allenamenti che determinerebbe un leggero rilassamento nella loro dieta, all’igiene delle mani e alla routine dell’allenamento,  determinati da un aumento degli eventi sociali e all’esposizione ai germi. Queste situazioni potrebbero influire negativamente sugli’allenamenti di gennaio.

Anita Biswas, il medico che ha guidato il progetto ha detto ” Per gli atleti è importante rilassarsi durante le vacanze ma in passato abbiamo visto che molti atleti che si sono ammalati in questo periodo o che sono tornati ancora ammalati”.

 

Vi auguro Buon Natale

Immagine correlata

BUON  NATALE

RICORDIAMOCI:

UNA COSA FATTA BENE,

PUO’ ESSERE FATTA MEGLIO

La rete di Milik: respirare, guardare e tirare

La rete di Milik contro il Cagliari al 90° minuto è un perfetto esempio di focus sul presente. Il giocatore infatti respira per decontrarsi fisicamente e guarda la porta per raggiungere il picco dell’attenzione, e dopo pochi istanti esegue il tiro con estrema efficacia. Con questo tiro il Napoli ha vinto la partita.

Risultati immagini per milik gol